Site Overlay

Il nodo satellitare Bitcoin di Blockstream viene lanciato in Venezuela

L’accettazione della criptovaluta del Venezuela è stata un’impresa impressionante. Di fronte a un futuro economico incerto, il paese ha dovuto fare ancora più affidamento sulle criptovalute. Ora che le criptovalute sono diventate un appuntamento fisso nell’ambiente economico del Venezuela, il paese ha compiuto passi per migliorare l’accesso.

Pagamenti più facili per tutti

Nell’ultima frontiera dell’adozione delle criptovalute, il governo venezuelano ha collaborato con il fornitore di soluzioni blockchain Blockstream per lanciare un nodo Bitcoin Billionaire sulla sua rete satellitare. In un post sul blog pubblicato all’inizio di questa settimana, il servizio di pagamenti crittografici CryptoBuyer ha annunciato di aver lanciato con successo un nodo Bitcoin nel paese.

Il lancio, condotto da CryptoBuyer e Blockstream, consentirà essenzialmente ai venezuelani di inviare satoshi (le unità più piccole di un Bitcoin) su Internet senza la necessità di una connessione affidabile. Per le persone in aree remote in tutto il paese, questa iniziativa significa che la crittografia è sempre vicina.

Secondo il post del blog, Cryptobuyer è stato in grado di lanciare un nodo satellite su Blockstream Satellite attraverso una partnership con il servizio di crypto training AnibalCrypto.

Álvaro Pérez, un programmatore valenciano che ha anche partecipato al progetto, ha dichiarato:

“Abbiamo scaricato l’intera blockchain di Bitcoin ed effettuato con successo la prima transazione tramite un nodo satellitare Bitcoin nel nostro paese il 23 settembre, dalla città di Valencia. Abbiamo ricevuto bitcoin tramite la connessione satellitare senza alcuna connessione Internet. È stato un momento di grandi risultati. “

Jorge Farias, amministratore delegato di CryptoBuyer, ha aggiunto che il progetto mirava a risolvere i problemi di inclusione finanziaria del mondo reale per milioni di persone nel paese. È in linea con la missione di CryptoBuyer di portare le criptovalute a più venezuelani, poiché la società ha già installato diversi bancomat Bitcoin e terminali di punti vendita in tutto il paese.

Il post sul blog aggiungeva che tutte le parti avrebbero lanciato più nodi a Caracas, la capitale del Venezuela e nello stato meridionale del Bolivar. Gli utenti interessati potranno connettersi ai nodi satellitari attraverso reti mesh, che sono già in fase di test in tutto il paese.