Ray Dalio ora pensa che il Bitcoin sia un interessante „diversificatore dell’oro“.

Il capo del fondo speculativo Bridgewater Associates Ray Dalio, che circa una settimana fa ha espresso la sua preoccupazione per la continua volatilità e l’uso limitato del Bitcoin, ha cambiato la sua opinione sul Bitcoin. Dalio ha ora dichiarato di ritenere che la Bitcoin sia riuscita a dimostrarsi una forte alternativa aurea.

Il Bitcoin è una forte alternativa aurea

Nell’ultima sessione Ask Me Anything su Reddit, a Dalio è stato chiesto se il Bitcoin fosse una grande alternativa allo squilibrio finanziario creato dalla politica finanziaria statunitense. A questo, l’investitore miliardario ha risposto che negli ultimi 10 anni circa, il Bitcoin si è dimostrato un’attraente opzione di investimento simile all’oro. Ha anche sottolineato che la Bitcoin ha sia somiglianze che differenze con l’oro.

„Penso che il bitcoin (e alcune altre valute digitali) si sia affermato negli ultimi dieci anni come un’interessante alternativa all’oro. Con similitudini e differenze rispetto all’oro e ad altri beni a disponibilità limitata, i depositi mobili (a differenza degli immobili) sono un’ottima fonte di ricchezza“.

Egli ha ulteriormente elaborato che Bitcoin Pro e altri altercoin potrebbero assistere come attività non tradizionali per l’oro. Secondo lo scettico, una volta scettico, è importante diversificare e detenere alcuni di „questi beni (con un’offerta limitata, che sono mobili e che sono roccaforti di ricchezza)“, come i Bitcoin, l’oro e le azioni nel proprio portafoglio. Purtroppo, ha scoperto che non sono in molti a farlo.

Detto questo, Dalio preferisce ancora fortemente detenere tali beni che sono sostenuti e autorizzati dalle banche centrali e che possono detenere e scambiare valore quando le persone cercano di comprare, cosa che per il momento non avviene con il Bitcoin. Pertanto, sceglierebbe ancora l’oro al posto del Bitcoin.

Ray Dalio fa un’inversione a U

Il gestore di fondi speculativi miliardario Dalio ha fatto un’inversione di tendenza rispetto alla sua precedente dichiarazione. Solo pochi giorni fa, aveva esposto tre difficoltà principali con il bitcoin e altre crittocurrenze. Queste sono :

La mancanza di negozi che accettano le valute crittografiche.
La volatilità dei prezzi
La possibilità che i governi li mettano fuori legge.
Nella sua sessione AMA su Reddit, ha anche espresso il suo punto di vista su vari argomenti come Bitcoin, la leadership della Cina, e le sue opinioni sull’economia statunitense e sul futuro dell’occupazione.

Il confronto tra l’oro e il Bitcoin non è nuovo. Ci sono molte opinioni contrastanti associate al racconto „Bitcoin VS gold“. Peter Schiff ritiene che l’oro sia intrinsecamente superiore, mentre il CEO di MicroStrategy ha recentemente dichiarato che il Bitcoin è „un milione di volte meglio dell’oro“, poiché la sua azienda investe molto nella valuta digitale.

È interessante notare che questo confronto sarà sempre discutibile per alcuni motivi. Innanzitutto, il valore della Bitcoin non dipende dalla sua tradizionale storia di utilizzo commerciale. Vive sia nel valore atteso delle transazioni online trasportate all’interno delle sue reti, ma anche in un sentimento di fiducia e speranza da parte delle persone nello spazio cripto, sia nel sogno dei cypherpunks iniziato alla fine degli anni ’80, decenni prima ancora che la Bitcoin fosse concepita.